Finalità del progetto

Il progetto è finalizzato a

Far acquisire le competenze necessarie, tramite crediti formativi e/o patentini, per inserirsi concretamente nel mondo lavorativo dell’agricoltura e del verde. I corsisti, ottenuti i patentini, potranno, su domanda individuale, sostenere il corrispondente esame di qualifica regionale.

Contrastare la dispersione scolastica con una didattica aperta e stimolante che potrà coinvolgere, nella fase di trasferimento delle conoscenze, studenti della scuola appartenenti sia all’indirizzo Agraria che agli altri indirizzi dell’istituto.

Valorizzare l’auto imprenditorialità mediante un percorso formativo che stimoli la creatività dello studente e gli fornisca gli strumenti adeguati per potersi affermare come figura competitiva nel mercato odierno.

Stimolare, sostenere e valorizzare le capacità progettuali e creative dei giovani nell’ideazione/realizzazione di strumenti, processi, soluzioni nei campi delle azioni intraprese.

Aumentare le competenze degli studenti dell’istituto con l’acquisizione di patentini e certificazioni.

Favorire l’inclusione sociale ed intergenerazionale formando un gruppo eterogeneo, con particolare attenzione agli utenti deboli.

Coinvolgere la cittadinanza: anziani, che possono svolgere attività di tutoraggio esterno, anche per favorire la longevità attiva; bambini, per sensibilizzarli sui temi dell’educazione ambientale, alimentare, della biodiversità.

About Us
Obiettivi

Il percorso formativo intende perseguire i seguenti obiettivi specifici:

1. Sperimentazione della strategia educativa di peer tutoring, mediante il coinvolgimento attivo degli studenti iscritti agli ultimi anni del corso di Agraria, per stimolare il passaggio di conoscenze “da pari a pari”, superando il divario tra studente e docente e favorendo la crescita basata sullo scambio reciproco di conoscenze, esperienze, da alcuni membri di un gruppo ad altri membri di pari status.

2. Attivazione di un servizio di tutoring effettuato da soggetti esperti (docenti e giovani ricercatori dell’UNIVPM, tecnici operativi appartenenti all’Associazione Interregionale Olivicola del Medio Adriatico AIOMA) per fornire conoscenze di base e stimolare le capacità di ogni singolo partecipante sugli aspetti di gestione di un’azienda agricola inserita in ambito urbano, con particolare sensibilità agli aspetti legati al sociale e alla fornitura di servizi aggiuntivi rispetto all’assolvimento della funzione primaria dell’agricoltura.

3. Favorire l’integrazione fra i corsi di didattica strutturata già attivi all’interno dell’ISTVAS ed il percorso didattico-formativo applicativo che il progetto propone.

4. Progettazione di casi studio finalizzati sia a redigere un “progetto ideale” di futura azienda agricola (accompagnata da un business plan), per acquisire autonomia e responsabilità, sia al completamento delle opere micro-strutturali dell’azienda (come ad esempio il progetto del sistema di irrigazione, progetto per la fruizione delle fasce naturali ad elevata biodiversità preservate all’interno del sistema aziendale, costruzione del pergolato d’uva tradizionale come spazio coperto per eventi speciali.

5. Formazione certificata mediante rilascio di patentini, per fornire una preparazione adeguata agli addetti mediante l'abilitazione a:
• guida del trattore;
• uso dei prodotti fitosanitari
• manipolazione di alimenti (certificazione HACCP relativo all’igiene e la sicurezza in ambito alimentare);
• rilascio di certificazioni professionali come:
• potatore di olivi, corso di potatura;
• assaggiatore di oli, corso di idoneità fisiologica all’assaggio degli oli di oliva vergini.